L’importanza del lavoro dell’estetista


SCOPRI SMALLPAY L’ALTERNATIVA DI PAGAMENTO PIÙ AGILE E VELOCE!

Il lavoro di estetista è stato troppo a lungo visto con scetticismo. Si riteneva che scegliesse questo mestiere chi non aveva alcuna voglia di studiare, optando per l’effimero per evitare di imparare un vero mestiere.

Ma dal 1990 in poi la professione è stata regolamentata da una legge nazionale che ne definisce il ruolo e le competenze, sottolineando l’importanza del lavoro dell’estetista, quella professione che migliora l’aspetto estetico anche attraverso l’eliminazione o l’attenuazione degli inestetismi.

Attraverso le pratiche apprese in corsi di formazione riconosciuti dalle regioni di appartenenza, l’estetista valorizza e migliora l’aspetto estetico, minimizzando gli inestetismi e concedendo ai propri clienti quella fiducia in se stessi che talvolta viene mortificata a causa di un aspetto ritenuto non piacevole.

Il lavoro dell’estetista parte dal corpo e giunge alla psiche e dunque è il caso di dire che va ben oltre l’apparenza.

Ed è per questo che l’estetista oggi si pone obiettivi che vanno oltre l’estetica, come ad esempio:

  • valorizzare i lineamenti di un volto non armonico attraverso il make-up
  • nascondere cicatrici o inestetismi con il tatuaggio estetico

PER SAPERNE DI PIÙ, SCARICA IL PDF